12.12.16

Appuntamenti interessanti a Dicembre - Interesting appointments in December


ITA - Se durante le vacanze invernali non andrete al caldo sole dei Caraibi oppure se state cercando un'alternativa alle piste da scii:  ho qualche appuntamento da proporvi molto interessante in giro per l'Europa. 
ENG - If you will not go to the warm Caribbean sun for the winter holidays or if you are looking for an alternative to skiing slops: I have a few interesting appointments around Europe to suggest.


Give me Yesterday at Osservatorio, Fondazione Prada, Milano: Dicembre 21, 2016
ITA - Se a qualcuno serve una scusa per visitare l'Italia durante il Natale, Fondazione Prada con l'apertura dell' Osservatorio, il loro nuovo spazio in Galleria Vittorio Emanuela II in Milano, sta provvedendo con la perfetta fuga di Dicembre. L'attrattiva principale sarà la fotografia contemporanea e il suo ruolo nel diverso mondo attuale del linguaggio visivo. L'esibizione di inaugurazione, "Give me Yesterday", ha una forte identità personale: 14 artisti hanno valutato in quale modo la fotografia comune può essere una forma di diario per le persone e per le loro vite uniche. 
ENG - If ever one was in need of an excuse to visit Italy over Christmas, Fondazione Prada is providing the perfect December escape with the launch of Osservatorio, their new space in Milan’s Galleria Vittorio Emanuele II. The focus will be on contemporary photography and its role in today’s diverse world of visual languages. The inaugural exhibition, Give Me Yesterday, takes a highly individual approach: 14 artists have considered how the medium of photography can be used to form a personal diary of people and their unique lives.


Jonathan Reiner: Femme Fatale at Hang Up Gallery, London: December 2, 2016
ITA - Il fatto che l'artista di Tel Aviv Jonathan Reiner stia al momento esercitando come neurologo non è affatto una cosa convenzionale, ma questo non deve certamente scoraggiare dal fare un giro alla sua esibizione alla Hang- Up Gallery in East London, intitolata "Femme Fatale". Le serigrafie di Reiner sono uno sguardo sulla rappresentazione della bellezza femminile nella nostra cultura, e fa parte della sua arte osservare come questi concetti di bellezza sono alla base della nostra società. Il lavoro è composto da materiale trovato (comprende e non si limita a motivi tribali e pornografia dei primi anni del 20° secolo) e sfrutta un'estetica tropicale per sfidare gli ideali di bellezza occidentali.
ENG - The fact that Tel Aviv-based artist Jonathan Reiner is currently training as a neurologist is by no means conventional, but that certainly should not discourage a trip to his exhibition at East London’s Hang-Up Gallery, entitled Femme Fatale. Reiner’s screen prints look at our culture’s representations of female beauty, and goes beyond his art to look at how these concepts of beauty are constructs of society. The work is comprised of found materials (including but not limited to tribal motifs and early 20th-century pornography) and takes on a tropical aesthetic while looking to challenge Western beauty ideals.


Zaha Hadid: Early Paintings and Drawings at Serpentine Sackler Gallery: December 8, 2016
ITA - Questo Dicembre, la Serpentine's Sackler Gallery - uno dei primi edifici permanenti a Londra con la sua firma da architetto - ospiterà un'esibizione del lavoro della Signora Zaha Hadid come pittrice e disegnatrice, e tra queste opere la maggior parte sono stati poco esposti al pubblico. Il concetto è stato idealizzato da Hadid stessa prima della sua inaspettata morte a Marzo, e mostrerà i suoi dipinti, disegni e calligrafie in ordine dagli anni '70 ai '90 per mostrare l'importanza che lei gli attribuiva come fondamento dell'architettura. I suoi lavori sono liberamente innovativi e d'impatto come la sua architettura.
ENG - This December, the Serpentine’s Sackler Gallery – one of her architecture firm’s first permanent London buildings – will host an exhibition of Dame Zaha Hadid’s early work in painting and drawing, many of which pieces have little been shown in public. The concept was arranged with Hadid herself before her unexpected death in March, and will hone in on her painting, drawing and calligraphy from the 1970s to the 90s in order to reveal the importance she saw in them as a basis for architecture. Hadid’s works are just as wildly innovative and impressive as her architecture.


Robert Rauschenberg at Tate Modern, London: December 1, 2016
ITA -  Con grande anticipo la Tate Modern di Londra ospita la mostra di Robert Rauschenberg, la prima retrospettiva sul lavoro dell'artista americano fino al 2008 quando morì. Lavorando principalmente nel mondo della pittura e della scultura, arrivando fino ad unire le due arti nel suo "Combines" degli anni '50, Rauschenberg non vedeva limiti nel cosa potesse creare arte oppure no ed era inguaribile nella sua ingenuità. Dalle serigrafie di pop art realizzate accanto a  Andy Warhol fino ad un dipinto con una capra accovacciata sulla tela, la sua arte non conosceva limiti, e la mostra della Tate è sicuramente uno specchio di questa carriera varia e intrigante.
NOTA PERSONALE : Nella mia camera da letto a casa dei miei genitori ho ancora il poster gigante della sua opera più famosa che comprai alla mia prima visita al Centre Pompidou di Parigi.
ENG - London’s Tate Modern is hosting an much-anticipated exhibition of Robert Rauschenberg, the first retrospective of the American artist’s work since his death in 2008. Working mainly in painting and sculpture, and even famously putting the two together in his “Combines” of the 1950s, Rauschenberg saw no limits as to what could or could not create art and was relentless in his ingenuity. From pop art screen prints produced alongside Andy Warhol to a painting with a goat perched atop of the canvas, his art knew no bounds, and the Tate’s exhibition is sure to reflect this varied and intriguing career.



Harley Weir: Boundaries at Foam Museum, Amsterdam: December 2, 2016
ITA - Harley Weir è un nome da ricordare. Il fotografo di cui nel mondo della moda e della fotografia non possono smettere di parlare espone per la prima volta al Museo Foam di Amsterdam, in uno spettacolo chiamato "Confini" - l'ironia è che le fotografie di Weir vantano una peculiare assenza di limiti. Le sue immagini sono taglienti e indifferenti a prescindere dal soggetto.
ENG - Harley Weir’s is a name to remember. The photographer that the fashion and photography worlds cannot stop talking about is exhibiting for the first time at Amsterdam’s Foam Museum, in a show named "Boundaries" – the irony being that Weir’s photographs boast a distinctive lack of them. Her pictures are sharp and mesmeric no matter the subject.